clicca per il link a facebook

domenica 30 settembre 2012

La Montagna dei Fiori, un’isola mesozoica



Il territorio al confine tra Marche e Abruzzo che comprende le due città di Ascoli Piceno e Giulianova è molto singolare se visto dal punto di vista geologico [1]. Le sue singolarità sono due e si chiamano monti gemelli e Monte dell’Ascensione.   

Figura 1 - Vista dei monti gemelli. A destra (verso Nord) la Montagna dei Fiori e a sinistra la Montagna di Campli. Immagine tratta dal Web.
Figura 2 - Monti gemelli (sullo sfondo) vista da Ovest verso Est. Fotografia scattata sui Monti della Laga, nei pressi della località Lago dell'Orso. In primo piano strati di roccia arenaria della Formazione geologica della Laga.

Figura 3 - Monte dell'Ascensione. Fotografia scattata nei pressi di Villa Curti di Venarotta (dietro il monte, il mare Adriatico).

mercoledì 26 settembre 2012

Due comunicazioni

Come da titolo. Procediamo con la prima.

Anche Scuola Blu parteciperà all'annuale iniziativa di Legambiente Puliamo il mondo. Vi aspettiamo tutti Venerdì 28 Settembre alle ore 9:15 presso il circolo nautico Amici Da Mare (lungomare), per dare una bella ripulita alla spiaggia antistante al biotopo, insieme ai bambini delle scuole!



Avanti con la seconda


 L’Antiquarium di Castrum Truentinum partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio la manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d’Europa per favorire lo scambio culturale tra i Paesi europei e a cui aderisce ovviamente anche il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’iniziativa, che mira a promuovere i luoghi di cultura, prevede in tutta Europa aperture straordinarie di siti archeologici, musei e luoghi d’arte.
Il museo di Martinsicuro resterà aperto sabato dalle ore 11 alle 13 e domenica dalle 16 alle 18. L’ingresso è gratuito e sarà possibile visitare i locali della cinquecentesca Torre di Carlo V e dell’attigua Casa doganale.

L’iniziativa è patrocinata e realizzata dal Comune di Martinsicuro e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici d’Abruzzo in collaborazione con la Scuola Blu di Martinsicuro, che ha curato l’organizzazione dell’evento. Per info 0861 760202


 

lunedì 24 settembre 2012

Anche i piatti e i bicchieri di plastica monouso si riciclano

Dal momento che (secondo noi) non tutti sono stati avvisati in modo efficace, vi segnaliamo che dal 1 maggio 2012 su tutto il territorio italiano è possibile riciclare i piatti e i bicchieri monouso di plastica, mentre restano esclusi quelli durevoli anche se in plastica (comunicazione disponibile sia nel sito dell' Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI sia nel sito della COREPLA).

Contando sul fatto che i prossimi calendari comunali saranno adeguatamente corretti ed aggiornati, riportiamo il comunicato stampa della COREPLA:

domenica 23 settembre 2012

Due differenti servizi di igiene urbana


Quest’estate, tra le persone che hanno visitato il torrione Carlo V e l' Antiquarium di Castrum Truentinum, ci è capitato di conoscere due simpatici signori di Barzio, un piccolo comune in provincia di Lecco. Dopo qualche chiacchiera ci siamo trovati a parlare di raccolta di rifiuti. I due signori ci hanno chiesto come funzionasse la raccolta dei rifiuti solidi urbani nel comune di Martinsicuro e quali criticità ci fossero.

Abbiamo spiegato il nostro porta a porta: i servizi di igiene urbana sono gestiti dalla POLISERVICE SpA che serve 12 comuni della Val Vibrata, circa 80.000 abitanti; il comune di Martinsicuro è stato il primo comune della zona che ha avviato la raccolta porta a porta; la percentuale di raccolta differenziata max raggiunta dal nostro comune è stata, all’avvio del porta a porta, del 60% per poi abbassarsi al 45%-50% attuali; con il porta a porta abbiamo recuperato tonnellate di rifiuti che altrimenti sarebbero andati a finire in discarica ma d’altro canto abbiamo assistito inevitabilmente all’aumento della tassa TARSU sia per i maggiori costi di raccolta dovuti ai mezzi e agli uomini che girando per il comune devono fermarsi ogni 20 metri sia per i maggiori costi legati alla gestione delle discariche regionali che vanno via via colmandosi.

Anche loro ci hanno descritto il funzionamento nel loro comune: la società che gestiste il  servizio “Rifiuti Solidi Urbani” è la SILEA, composta da 92 comuni della provincia di LECCO; il servizio è rivolto a circa 340.000 abitanti; 

martedì 18 settembre 2012

Chiarezza sull'IMU

Sull'IMU avevamo detto già qualcosa.

E' sempre bene tenere a mente chi ha fatto cosa...

http://it.wikipedia.org/wiki/Imposta_municipale_propria


UPDATE 21.09.2012
 
Per fugare ogni dubbio sul senso di questo post abbiamo deciso di fare un confronto.
Facciamo il confronto tra quanto pagano due immaginari proprietari di due rispettivi immobili, uno sito nel centro di Roma, prima abitazione e rendita catastale di 5000,00 euro. L’altro immobile sito in periferia di Roma, prima abitazione e rendita catastale di 500,00 euro.
Quanto paga di acconto il proprietario dell’immobile sito nel centro di Roma? 

 
Con aliquota del 4x1000, senza figli a carico, senza pertinenze, il suo acconto è 1.580,00 euro.


Quanto paga di acconto il proprietario dell’immobile sito nella periferia di Roma?


Con aliquota del 4x1000, senza figli a carico, senza pertinenze, il suo acconto è 68,00 euro.
Ora fatevi una domanda. Anzi due.
Togliendo l’IMU sulla prima casa, quanto risparmiano i due contribuenti?
E’ meglio mantenere o togliere l’IMU sulla prima casa? Cosa conviene?
Dipende naturalmente da cosa possedete. Se siete proprietari di un immobile, prima abitazione, con alta rendita la penserete diversamente da chi possiede un immobile, prima abitazione, con medio-bassa rendita.

sabato 15 settembre 2012

Sensi & sensori pioggia

Piovuto poco o molto?
Dopo le piogge di questi giorni abbiamo dato un'occhiata ai mm caduti. Abbiamo utilizzato la rete meteo-idro-pluviometrica della protezione civile delle Marche.
Quello che viene fuori e' che in 48 ore, giorni 13 e 14 settembre, sono caduti 131,20 mm di pioggia. Il sensore utilizzato e' posto in comune di San Benedetto del Tronto.
Che conclusioni trarre?
Basta la giusta combinazione di una mareggiata e 1/5(*), in 48 ore, delle piogge che cadono in media in un anno e la pianura costiera adriatica va in tilt.
C'e' molto da lavorare. Alcune proposte ad un altro post.

(*) Dal sito http://www.geofisico.it/studi.htm leggiamo: "la costa meridionale fra Cupra Marittima e Porto d’Ascoli risulta essere, in assoluto, la meno piovosa (550-650 mm annui di media);".



giovedì 13 settembre 2012

Per gli autotrasportatori



Vi sarà capitato qualche volta di osservare un tir bloccato sotto un ponte ferroviario e a qualcuno di voi sarà anche capitato di aiutare l’autista a fare manovre per uscirne.
Vi sarà sicuramente capitato perché per entrare nel nostro paese Martinsicuro - Villa Rosa (è comunque una caratteristica delle nostre zone costiere) occorre attraversare un sottopasso ferroviario e la maggior parte di essi hanno la caratteristica di essere “fuori norma” ovvero altezze e/o larghezze tali da non permettere il passaggio ad alcune tipologie di automezzi.
Un ultimo caso ci è capitato di osservarlo qualche giorno fa all’entrata di via Roma. In media osserviamo 10-20 tir l’anno che hanno gli stessi problemi. E stiamo parlando solo del sottopasso di via Roma.
Tralasciando quello che è ormai passato cioè la statistica di incidenti nei sottopassi ferroviari (numeri di cui non siamo a conoscenza) possiamo ragionare con questi dati: 10-20 tir l’anno per sottopasso “fuori norma”.
Quale tecnologia può venirci in aiuto?
Come rendere più sicuro un sottopasso?

Senza spendere troppo basterebbe una segnaletica fatta in modo tale da urtare il tir al suo passaggio. Vale solo per l’altezza ma è un buon sistema e comprende il 99% dei casi.

Meglio ancora se si introduce un sistema di sensori in grado di rilevare l’altezza (e/o la larghezza) e collegati ad un semaforo. Se un autista distratto (errore umano) si avvia al sottopasso ferroviario con il suo tir “extra-large”, il sensore ne rileva l’altezza (e/o la larghezza) e un semaforo  passa dal verde al ROSSO!!!


Quanto costa tutto questo? Vale la pena informarsi? Secondo noi si.
E dato che i sottopassi sono soggetti ad allagamenti, sarebbe da valutare anche la presenza di un sistema di sensori collegati a dei semafori per segnalare la presenza di acqua troppo alta.
Discorso valido per tutti i sottopassi “fuori norma”.

martedì 11 settembre 2012

Mushrooms from Ceppo



Un po’ di pubblicità al nostro entroterra: il Ceppo di Rocca Santa Maria, famoso per i suoi boschi ricchi di sorgenti


 ricchi di funghi buoni o velenosi, di bellissimi paesaggi.



Bosco di faggi, 1.700 metri slm, Ceppo di Rocca Santa Maria (TERAMO)


lunedì 10 settembre 2012

Problemi di comunicazione

Il Sindaco di Colonnella è incappato in un assalto mass-mediatico per aver appoggiato la costruzione di alcune centrali a biomasse.

Un consiglio spassionato: si prenda esempio dall’amministrazione attuale di San Benedetto del Tronto (con il caso dell’impianto di stoccaggio di gas): si formi una delegazione composta da tecnici e rappresentanti di cittadini; si prenda un bell’ aereo per la Germania, destinazione Magdeburgo, dove, come cita RivieraOggi, c’è già una centrale simile.
Si prendano quindi accordi con la dirigenza della centrale a biomasse lì presente e con il borgomastro.
Al ritorno si organizzi un tavolo pubblico con materiale fotografico e con dati da mostrare per avere un termine di paragone: per esempio vantaggi e svantaggi per i cittadini di Magdeburgo (230.456 abitanti).

Anche perché:
1) delle 1.845 firme della petizione popolare contro la centrale di Vallecupa, il 56% rappresenterebbe gli elettori della lista di opposizione alle recenti amministrative di Colonnella;
2)     un altro 20% potrebbero rappresentare gli elettori della lista di opposizione alle precedenti amministrative di Controguerra;
3)     il restante 24% dovrebbero essere tutti i cittadini poco o mal informati che pertanto decidono di pancia.

Alla fine di tutto questo processo il risultato potrebbe essere un “NO alle centrali”,  ma almeno gli amministratori saranno stati in grado di informarsi, informare e creare contatti con un paese che ha già realizzato impianti simili. E dove i cittadini hanno ricevuto tutte le informazioni del caso.

Tanto per fare un esempio ecco un link (didascalia immagine sotto) dove degli studenti di ingegneria elettrica di Cagliari hanno riportato le loro impressioni su un viaggio in Magdeburgo, e tra le altre cose hanno visitato proprio una centrale a biomasse.


http://www.slideshare.net/ChessaGiovanni/viaggio-di-gruppo-studenti-ingegneria-elettrica

venerdì 7 settembre 2012

HOLE IN MY SOUL - ROCKRACE by Cristiano Donzelli

Segnaliamo l'ultimo music video che il nostro amico Cristiano Donzelli ha diretto per i Rockrace: 

   


 


mercoledì 5 settembre 2012

effettoquota


Durante la fiera ECOMONDO di Rimini dello scorso novembre 2011 eravamo rimasti affascinati dagli ELICOTTERI, QUADRICOTTERI ED ESACOTTERI della ditta bolognese Aslatech &  bellunese FlightTech Italia Srl



lunedì 3 settembre 2012

PORTALE DELLE ACQUE


Integriamo il recente post “Qualità delle acque a Martinsicuro, estate 2012”, nel quale avevamo parlato dell’applicazione online offerta dall’ARTA per valutare la qualità delle acque di balneazione della regione Abruzzo. 

Il servizio è presente anche a livello nazionale ed è denominato PORTALE DELLE ACQUE.

Come funziona?
Effettuando una ricerca per regione > provincia > comune si perviene ad una carta tematica di balneazione con i punti di prelievo di acqua per il controllo di Escherichia coli ed enterococchi. All'interno troviamo le date di campionamento e i valori riscontrati.
Ecco un esempio: